Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Procedimento

Autorizzazione Sismica e deposito strutture

Ufficio di riferimento

Servizio Urbanistica e Edilizia Privata

Descrizione

I lavori previsti dal titolo abilitativo edilizio non possono essere iniziati fino a quando non sia stata rilasciata l'autorizzazione sismica o effettuato il deposito del progetto esecutivo riguardante le strutture nei casi previsti rispettivamente dagli articoli 11 e 13 della L.R. 30 ottobre 2008, n. 19

L'autorizzazione sismica ha validità per cinque anni, a decorrere dalla data di comunicazione al richiedente del rilascio.

L’Autorizzazione Sismica deve essere richiesta per:

  • progetti presentati a seguito di accertamento di violazione delle norme antisismiche;
  • gli interventi relativi ad edifici di interesse strategico e alle opere infrastrutturali;
  • le sopraelevazioni degli edifici.

Nei casi in cui non sia richiesta l’autorizzazione sismica, l'avvio e la realizzazione dei lavori indicati dall'articolo 9, comma 1 della L.R. 30 ottobre 2008 n. 19, è subordinato al deposito presso lo Sportello unico per l'edilizia del progetto esecutivo riguardante le strutture redatto dal progettista abilitato in conformità alle norme tecniche per le costruzioni e alle disposizioni di cui all'articolo 93, commi 3, 4 e 5 del Decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 2001.

Modalità richiesta

La richiesta può essere presentata direttamente all’ufficio del Protocollo, o in alternativa spedita a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, oppure tramite posta elettronica certificata all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Modalità erogazione

L’autorità competente per l'istruttoria e il rilascio dell’Autorizzazione Sismica e per la verifica dei depositi strutturali depositati entro il 31/12/2018 è la struttura regionale “Difesa del suolo, servizi tecnici e autorità di bacino”.

A partire dal mese di gennaio 2019 le competenze in materia sismica sono trasferite alla Struttura tecnica provinciale che fa capo al Servizio “Viabilità”, e i cui recapiti sono i seguenti: via Garibaldi n. 50, 29122 Piacenza, dirigente dott. Davide Marenghi, funzionario ing. Stefano Corradi (tel. 0523/795442, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Costi a carico del cittadino

  • Diritti di segreteria (comunali) pari a Euro 52,00 da effettuarsi presso la Banca Di Piacenza in via XX Settembre 6/7- IBAN: IT 43I 05156 65280 CC006 000 6116;
  • Oneri istruttori forfettari stabiliti nella delibera di Giunta regionale n. 1934/2018 “Standard minimi per l’esercizio delle funzioni in materia sismica e definizione del rimborso forfettario per le spese istruttorie relative alle autorizzazioni sismiche e ai depositi dei progetti strutturali, ai sensi della L.R. n. 19 del 2008”, pubblicata sul Burert n. 390 del 12.12.2018 (parte seconda).

A partire dal mese di gennaio 2019, conseguentemente al trasferimento delle competenze in materia sismica, gli oneri istruttori forfettari per le pratiche di soggetti privati relative ad autorizzazioni sismiche e a depositi di progetti strutturali andranno versati direttamente alla Provincia di Piacenza sul conto di Tesoreria presso CREDIT AGRICOLE – CARIPARMA; codice IBAN: IT 33 H 06230 12601 000030718008; causale: "L.R. 19/2008 - Rimborso forfettario per istruttoria progettazione strutturale”, oltre alle indicazioni necessarie ad individuare inequivocabilmente la pratica cui si riferisce il versamento stesso.

Destinatari

Il richiedente del titolo abilitativo e il Costruttore.

Documenti da presentare

All'istanza deve essere allegato il progetto esecutivo riguardante le strutture, redatto in conformità alle norme tecniche per le costruzioni e alle disposizioni di cui all'articolo 93, commi 3, 4 e 5 del DPR 380/2001. Il progetto deve essere accompagnato da una dichiarazione del progettista abilitato che asseveri il rispetto delle norme tecniche per le costruzioni e delle prescrizioni sismiche contenute negli strumenti di pianificazione territoriale e urbanistica, nonché la congruità tra il progetto esecutivo riguardante le strutture e quello architettonico.

Termini

L'autorizzazione è rilasciata entro il termine di sessanta giorni, decorrente dalla data di presentazione dell'istanza.

Responsabile

Geom. Massimo Gaudenzi
Referente: Arch. Davide Mori - tel. 0523832707
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Titolare de potere sostitutivo

Dott.ssa Rosa Regondi - Segretario Comunale
Tel. 0523/83270
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Normativa generale

  • Legge Regionale 30 ottobre 2008, n. 19
  • D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380

Note

Il costruttore può richiedere che la presentazione del progetto esecutivo riguardante le strutture ai sensi della L.R. 30 ottobre 2008 n. 19, produca gli effetti della denuncia dei lavori prevista dall'articolo 65 del decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 200, purché il progetto, la denuncia di deposito e la relazione illustrativa abbiano i contenuti previsti dallo stesso articolo, relativamente alla realizzazione delle opere in conglomerato cementizio, armato, precompresso ed a struttura metallica.

Modulistica

Modelli Unici Regionali