Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni Clicca qui

Nel 1480 il Marchese Gian Ludovico Pallavicino iniziò la costruzione di una cittadella fortificata, che in onore della nuora Laura Caterina Landi volle chiamare Castel Lauro, affidando prima all'ingegnere e architetto ducale degli Sforza, Maffeo Caretto da Como, e successivamente a Gilberto Manzi, la progettazione della forma ubis (forma della città), seguendo gli schemi della città "ideale" che gli architetti del Rinascimento, primo fra tutti Leon Battista Alberti, andavano dettando.

Cortemaggiore, infatti, rappresenta per la provincia di Piacenza uno dei casi più significativi ed esemplari di città "ideale" rinascimentale